La Mastoplastica Addittiva. Tutto quello che devi sapere | Il Blog di Medìs | Medìs Centro Clinico

La Mastoplastica Addittiva

 27 aprile 2019 | Articoli scientifici
Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Mastoplastica Addittiva - Centro Clinico Medìs - Sassari

L'intervento di mastoplastica additiva, tra tutti gli interventi di chirurgia estetica, è uno degli interventi più richiesti da parte delle donne. I motivi possono essere molteplici. Le operazioni al seno molto spesso mirano a ristabilire l'armonia del corpo della donna e di conseguenza l'autostima anche nei rapporti interpersonali.

Cosa è la mastoplastica additiva?

L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito per modi?care in senso migliorativo la forma e il volume delle mammelle che non si sono mai sviluppate in modo completo oppure di mammelle svuotate ed eventualmente discese a seguito di allattamenti o di cali ponderali. In altri casi l’intervento serve per correggere un’asimmetria delle mammelle. Esso consiste nell’inserimento di apposite protesi, sotto ghiandola, oppure più in profondità, sotto il muscolo pettorale, e può conferire al seno caratteristiche di consistenza, rotondità e proiezioni tali da renderlo di aspetto più gradevole.

Per chi è consigliata

Questo tipo di intervento è indicato in particolar modo per un seno piccolo, poco sviluppato o per un seno che si è ridotto di volume e leggermente rilassato con l'andare del tempo. Se il rilassamento è troppo eccessivo, si dovrà agire in seguito con una mastopessi per risollevarlo; la mastopessi viene impiegata anche nel caso in cui le mammelle siano deformate o asimmetriche. Differenze apprezzabili di volume tra le due mammelle possono venir corrette mediante l’inserimento di protesi di volume diverso, anche se in questi casi una simmetria perfetta è impossibile da ottenere. Il semplice inserimento di protesi non corregge l’orientamento dei complessi areola-capezzolo. Non è solo una questione di aumento seno. Attraverso l’incisione cutanea, verrà allestita una tasca per alloggiare le protesi, che potrà essere di forma rotonda o anatomica, delle dimensione concordate, che verrà centrata sotto il capezzolo.

Protesi al seno

Indipendentemente dalla forma e dalle dimensioni, le protesi mammarie sono formate da un involucro di silicone che contiene gel di silicone o altre sostanze (soluzione ?siologica, idrogel). Indipendentemente della quantità del materiale prescelto, è importante che siano rispettati i requisiti costitutivi imposti dalle vigenti norme di legge.

Prima dell’operazione

Per agire nel miglior modo possibile durante l'intervento, il chirurgo, nella fase che precede l'intervento al seno, andrà a fare una serie di misurazioni del seno e del torace, valuterà quanto la pelle è tonica e spessa e infine, stabilirà lo stato della ghiandola mammaria e la sua posizione. Prima dell’intervento dovranno essere consegnati i referti delle analisi e degli esami pre-operatori prescritti, in particolar modo l’ecogra?a e/o mammogra?a, e il prospetto informativo ?rmato. Dovranno essere inoltre segnalate eventuali terapie farmacologiche in atto, terapie omeopatiche e possibili allergie ad antibiotici e farmaci. Il giorno precedente l’intervento deve essere effettuato un accurato bagno di pulizia completo, asportato lo smalto dalle unghie delle mani e dei piedi e depilate le ascelle. Prima dell’intervento deve essere osservato digiuno di almeno 8 ore da cibi e bevande.

Anestesia

La scelta del tipo di anestesia dipende dal singolo caso clinico e dalla tecnica prescelta. L’intervento può essere eseguito infatti in anestesia generale, oppure in anestesia loco-regionale associata o meno a sedazione.

Quanto dura l’intervento

La durata dell’intervento può variare da una a tre ore e avviene tramite un’incisione cutanea che varia tra 4-7 cm di lunghezza e si trova nel solco sottomammario o sul margine dell’areola. In alcuni casi l’incisione è praticata a livello dell’ascella. Prima di richiudere la cute possono essere posizionati dei drenaggi che permettono di aspirare sangue o siero che vengono solitamente rimossi dopo 12-48 ore.

Dopo l’operazione

Può essere prescritto per alcune settimane l’uso di una fascia elastica contenitiva allo scopo di mantenere posizionate le protesi nella sede opportuna. Per i primi 3-4 giorni post operatori è raccomandato il riposo con particolare attenzione a non utilizzare i muscoli pettorali, evitando fumo e colpi di tosse che potrebbero indurre a sanguinamento a livello delle parti operate. Per la prima settimana dovrà essere evitata la guida di veicoli e per le prime due settimane dovrà essere evitata l’attività ?sica. In caso siano stati posizionati punti cutanei, verranno rimossi 7-10 giorni dopo l’intervento.

Esistono limiti di età?

Non è possibile per legge sottoporsi a una mastoplastica additiva al di sotto dei 18 anni, a meno che non sia presente una patologia nella giovane paziente minore. La mastoplastica additiva può essere effettuata anche nelle donne oltre i 70 anni. Non è possibile eseguire l’operazione al seno in pazienti in stato interessante o in allattamento ed è preferibile, anche se non obbligatorio, evitare il periodo coincidente con le mestruazioni. Per quanto riguarda la forma, la scelta della protesi più adatta dipende fondamentalmente dalle dimensioni della mammella e del torace della donna.

Mastoplastica Additiva Rischi

La chirurgia di aumento del seno è una procedura chirurgica abbastanza semplice che dà in genere ottimi risultati, di grande soddisfazione sia per la paziente che per il chirurgo che la esegue. Occorre però non sottovalutare la natura e i rischi di un intervento al seno e non cedere alla tentazione di rivolgersi a medici non specialisti che offrono prestazioni a prezzi relativamente modici in strutture non autorizzate, perché si tratta comunque di un intervento chirurgico serio, dove le complicanze sono rare ma possono accadere ed essere agevolmente superate solo se l'intervento è eseguito da uno specialista in chirurgia plastica all'interno di strutture debitamente autorizzate. Una possibile complicanza della mastoplastica additiva è la cosiddetta contrattura capsulare (o "rigetto della protesi") che deriva dalla reazione dell'organismo all'introduzione di un corpo estraneo. La contrattura capsulare consiste nella formazione di una cicatrice (o "capsula") tutto intorno alla protesi che può, col tempo, provocare dolore e compromettere il risultato estetico dell'intervento. Raramente si possono veri?care infezione, ipersensibilità o iposensibilità dell'areola o del capezzolo, dislocazione della protesi o formazione di pliche cutanee intorno all’impianto. Non è da sottovalutare anche il rischio di seni rifatti male.

Costi Mastoplastica

Il costo di un intervento di mastoplastica additiva è condizionato da diversi fattori tra cui il tipo di anestesia praticato, il tipo di ricovero (day-hospital o ricovero in clinica), la dif?coltà e la durata presumibile dell’intervento. I costi della mastoplastica sono relativi, inoltre, anche alla tipologia di protesi prescelte: ne esistono di vari modelli, ma quel che è davvero importante e da cui non si può prescindere nel momento in cui si decide di volersi sottoporre all'intervento di aumento del seno è la scelta di protesi mammarie sicure. Per questo, af?darsi a un chirurgo estetico che garantisce ai propri pazienti l'utilizzo delle migliori protesi sul mercato è fondamentale. Il costo complessivo dell’intervento di mastoplastica additiva può avere un prezzo variabile tra i 6.000 € e i 10.000 €. Invitiamo i pazienti a dif?dare dalla chirurgia estetica a basso costo perché, se vengono davvero utilizzati i materiali migliori e le strutture sanitarie di migliore qualità a norma di legge, con i prezzi che a volte vengono proposti sul mercato, non è possibile neanche coprire i costi vivi dell'intervento di mastoplastica proposto.

Visita la pagina dedicata alla Medicina Estetica e Chirurgia Plastica e Ricostruttiva a Sassari.

Se hai bisogno di un appuntamento contatta il centro al numero verde 800 303034

Autore(i)

Dott. Federico Corrias
Dott. Federico Corrias
SPECIALISTA IN CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA

Specializzazioni

Chirurgia Plastica e Ricostruttiva

Blog

Articoli correlati

Liposuzione, liposcultura e lipostruttura

Liposuzione, liposcultura e lipostruttura

La liposuzione, nota come chirurgia del rimodellamento corporeo, consente di scolpire il corpo rimuovendo depositi di grasso non...

I Filler Dermici

I Filler Dermici

I Filler dermici utilizzati in medicina estetica non sono altro che dei composti principalmente a base di Acido Ialuronico (HA) che hanno...

Rinoplastica Primaria

Rinoplastica Primaria

La rinoplastica (nota anche come chirurgia estetica del naso) è l'intervento che si occupa della correzione dei difetti...

In cosa consiste l´intervento di Blefaroplastica

In cosa consiste l´intervento di Blefaroplastica

La Blefaroplastica, più comunemente nota anche come chirurgia estetica delle palpebre, è una procedura di chirurgia...